lunedì, luglio 13, 2015

 

Fedeli prostrati verso la Mecca nella chiesa caldea di San Giuseppe a Mosul e rogo dei libri di autori cristiani all'Università

By Baghdadhope*

Secondo alcune fonti citate da Ankawa.com la chiesa caldea di San Giuseppe di Mosul sarebbe stata trasformata in moschea ed intitolata a Abu Abdulrahman al-Bilawi, un iracheno già comandante dell'ISIS ucciso lo scorso anno dalle forze di sicurezza governative irachene.
La chiesa, in passato meta di pellegrinaggio cristiano specialmente il primo di maggio, a ricordo della festa dei lavoratori, ed il 18 dicembre a ricordo di San Giuseppe, Patrono proprio dei lavoratori, si trova nel quartiere di Maidan.
Nella chiesa, i cui simboli cristiani sono stati eliminati e la cui cupola è stata dipinta di nero, si sarebbe già tenuta la preghiera comune islamica in occasione del secondo venerdì del mese di Ramadan.
Dopo la chiesa di Sant'Efrem quella di San Giuseppe sarebbe il secondo edificio cristiano trasformato in moschea a Mosul.

Sempre da Mosul arriva la notizia del rogo ordinato dall'ISIS di tutti i libri di autori cristiani conservati nella Biblioteca dell'Università, comprese le tesi di laurea degli studenti cristiani lì laureatisi. Il rogo è stato ordinato perchè tali libri contengono, secondo l'ISIS, "idee infedeli" che si oppongono alla legge islamica. Lo stesso pretesto era stato avanzato nel giugno del 2014 quando al rogo erano finiti i libri di autori quella volta non solo cristiani della Biblioteca Centrale della città. 
Il rogo dei libri e delle lettere, perché nasce dai "infedeli idee" che si oppongono la legge islamica, secondo la rivendicazione leadership dell'organizzazione .
L'organizzazione "Daash" aveva bruciato nei primi mesi dell'occupazione della città di Mosul, nel 10 Giugno 2014, centinaia di libri nella Biblioteca Centrale di Mosul, ha scritto gli autori, compresi i cristiani, con il pretesto di opposizione alla legge islamica . - See more at: http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=it&prev=search&rurl=translate.google.it&sl=ar&u=http://www.ishtartv.com/viewarticle,62073.html&usg=ALkJrhgJCoKu56JChNId86BvRmt7P5AkjQ#sthash.XnYkwQSt.dpuf
Il rogo dei libri e delle lettere, perché nasce dai "infedeli idee" che si oppongono la legge islamica, secondo la rivendicazione leadership dell'organizzazione .
L'organizzazione "Daash" aveva bruciato nei primi mesi dell'occupazione della città di Mosul, nel 10 Giugno 2014, centinaia di libri nella Biblioteca Centrale di Mosul, ha scritto gli autori, compresi i cristiani, con il pretesto di opposizione alla legge islamica . - See more at: http://translate.googleusercontent.com/translate_c?depth=1&hl=it&prev=search&rurl=translate.google.it&sl=ar&u=http://www.ishtartv.com/viewarticle,62073.html&usg=ALkJrhgJCoKu56JChNId86BvRmt7P5AkjQ#sthash.XnYkwQSt.dp

This page is powered by Blogger. Isn't yours?